Wintergirls di Laurie Halse Anderson

Me lo dice così, con le parole che le vengono fuori insieme alle briciole del muffin ai mirtilli e le virgole che si tuffano nella tazza del caffè.

Me lo dice in quattro frasi. No, cinque.

Non vorrei ascoltarla, ma ormai è troppo tardi. Le parole s’insinuano dentro di me e mi trafiggono. Quando arriva il momento peggiore del racconto

…corpo ritrovato nella stanza di un motel, la ragazza era sola…

… mi muro dentro e sbarro le porte. Annuisco come se ascoltassi, come se comunicassimo, ma non è così e lei non se ne accorge.

Non è bello quando le ragazze muoiono.

Continua a leggere Wintergirls di Laurie Halse Anderson