Peek-a-Book o come ti avvisto i libri nei telefilm

Ho da sempre quell’irresistibile curiosità verso le letture degli altri.

Meglio se di sconosciuti. Sbircio le copertine dei libri che le persone leggono sui pullman, mi entusiasmo se è un titolo che conosco e magari mi è piaciuto.

Ricordo che ebbi anche la malaugurata idea, in gioventù, di chiedere ad un ragazzo con cui avevo una fitta corrispondenza di incontrarci per la prima volta in una libreria del centro, per vedere quale libro avrebbe adocchiato e decidere se fossimo compatibili. Ovviamente non lo sentii mai più.

Per questo anche nei telefilm mi capita di soffermarmi su quello che leggono i vari personaggi e andarmeli a cercare.

Cominciamo con Modern Family, Fresh Meat e Skins.

(altro…)

La Carne di Cristò

Sospeso. Ma vibrante.

Stavo cercando un inizio per questa recensione de La Carne, ultima fatica di Cristò edita da Intermezzi Editore e mi sono venute in mente queste due parole.

Sospeso. Vibrante.

Io vorrei semplicemente dirvi, Lasciate perdere le recensioni! Compratelo e basta, questo libro, divoratelo chè dei bei libri non si butta via nulla!

Ma voglio dirvi di più perché la storia raccontata da Cristò è ambientata in un futuro che puzza di passato, abitata da gente che non ha più nulla da scoprire e da altri che vivranno per sempre, per sempre affamate.

Una storia sospesa. Ma vibrante.

(altro…)

January 2016 – soundtrack

Se vi alzate dal letto scostando le coperte al ritmo di una canzone nella vostra testa e proseguite la vostra giornata con una colonna sonora costante che scandisce i gesti più comuni come versare il caffè in una tazza o aspettare il pullman alla fermata e quando finalmente arriva la sera vi guardate stanchi allo specchio e mentre vi lavate i denti, il vostro cervello vi fa partire una canzone straziante da film in bianco e nero allora, siete nel posto giusto perché questa è…

La colonna sonora del mio gennaio 2016

(altro…)

Galveston di Nic Pizzolatto

Ho finito Galveston di Nic Pizzolatto

Che poi, siamo onesti, non avessi visto True Detective, non ci sarei mai arrivata, no. Ma poi, in tre giorni tre di passione e nient’altro, le ho lette queste 266 pagine di Pizzolatto. La storia di Roy. Roy e le sue cicatrici, le sue donne. La storia di Rocky. Rocky. Combattente con la sconfitta scritta nel dna.

Ma divago. Scusate. I personaggi di Galveston, ti portano un po’ a spasso dove vogliono loro.

Ogni pagina mi sono fermata, l’ho riletta, mi sono segnata citazioni su citazioni. Mi ha fatto pensare tanto ad alcune persone che la mia vita la sfiorano solo. Mi ha fatto imprecare a denti stretti, e piangere. Sì.

(altro…)

Letture da Kiddo – dicembre

Letture da Kiddo dicembre

Nonostante la Befana ancora non sia arrivata, diciamo che il periodo delle feste è terminato ed eccoci qui, con un riassunto delle miei letture per l’ultimo mese del 2015 che potete trovare su YouKid.

Dalle note eleganti del jazz a New York alle emozioni di una vita vissuta nella Città Eterna, ho incontrato un Lupetto che indossa un cappuccio rosso e vissuto un Natale diverso dal solito.

Cominciamo con…

(altro…)

Troppe serie tv, troppo poco tempo – una guida personale alle migliori del 2015

il divano rosso da cui ho guardato le migliori serie tv del 2015

Guardo troppe serie televisive. Lo so, lo dico sempre, ma non lo dico per sentirmi parte di un gruppo o per fare l’hipster o nerd o come diamine potrebbe essere definito una/o che se ne sta acciambellato davanti alla televisione o pc a ciucciarsi ore e ore di telefilm.

Lo so che lo fate anche voi.

TROPPE. SERIE. TELEVISIVE.

TROPPO. POCO. TEMPO.

Allora, mi sono detta che una piccola e personalissima guida alle nuove serie del 2015, non sarebbe stato male farla. Anche se sì, questo è quel momento orgiastico di liste, classifiche e vattelapesca che non ho mai amato troppo. Ma un punto della situazione, non fa male nemmeno a me, perciò, via che si va.

giphy2
Anche tu Titus, muoviti!

(altro…)

I racconti dell’orso: la dolcezza di sentirsi bambini

I racconti dell'Orso

Catturare con le parole le sensazioni delicate, di abbandono totale all’innocenza che mi ha provocato I Racconti dell’Orso, lo so già, non sarà facile.

Ma l’urgenza con cui voglio provarci ugualmente, è genuina, perciò spero almeno di avvicinarmici e farvi respirare un po’ della magia e dello stupore che ho provato io, quando ho incontrato per la prima volta il Monaco Meccanico e l’Omino Rosso.

I racconti dell'orso - The Bear Tales

(altro…)