April 2016 – soundtrack

Se marzo è stato ‘duretto’ aprile è stato… è stato… Complesso. Ecco, sì. Complesso.  Con decisioni da prendere, anzi. Con decisioni che hanno preso me, a forza. Con la paura e la malinconia e poca musica nuova. Nella testa mi sono rimbalzate sempre e solo quelle otto, sì otto, canzoni e mi hanno accompagnato durante incontri di lavoro, sui pullman, nelle stazioni ferroviarie.

Perciò, senza indugi, vi presento…

LA COLONNA SONORA DEL MIO aprile 2016

(altro…)

Filogramma e i Salotti Sartoriali – intervista a Camilla Sernagiotto

FilogrammaAlzi la mano chi ama le sciccoserie retrò, i vinili da ascoltare con il giradischi portatili, i vestiti fatti a mano, i dolcetti e le chiacchiere tra amiche!

Magari vi piacerebbe pure che tutto questo fosse riunito sotto un unico tetto, preferibilmente quello del vostro salotto? Come dite, impossibile?

Nulla è impossibile, perché sono nati i Salotti Sartoriali di Filogramma e dietro a questa impresa incredibilmente vintage ci sono quattro donne pazzesche di cui una è Camilla Sernagiotto, dalla quale non possiamo che aspettarci un’esperienza sensoriale ed emotiva da rimanerci secchi (nel senso buono, ovviamente)

Acchiappate i pop corn, che il bello comincia ora!

(altro…)

#frullibrìo – Speciale Alice e la mia collezione delle Meraviglie – un post in divenire

Non è una novità quella che sto per dirvi, amo Alice nel Paese delle Meraviglie e ormai da anni, colleziono ogni edizione mi capiti sotto mano. Vecchie o nuove che siano, illustrate o no, finiscono nella mia libreria.

Qualche tempo fa, qualcuno mi chiese di mostrare questa collezione e ora, con calma e pazienza, ho intenzione di farlo.

In occasione del 150° anniversario di Alice nel Paese delle Meraviglie, comincerò a mostravi il #frullìbrio di testi dai più classici, ai più eccentrici, fino ad arrivare a rivisitazioni e volumi ispirati al mondo creato da Carrol.

– Questo post sarà frequentemente aggiornato –

(altro…)

Letture da Kiddo – aprile

Il detto dice “aprile, dolce dormire” e insomma, diciamo che un po’ l’ho messo in pratica e quindi invece di leggere e scrivere, ho fatto un po’ la pigra.

Chi mi segue in altri lidi, sa che ho anche fatto una specie di trasloco e visite e colloqui e… insomma. Nonostante tutto questo, i libri sono comunque rimasti al centro della mia quotidianità e devo dire che ho letto dei young adult davvero molto belli ma non solo.

Oltre che con i giovani adulti dell’italiano Fra me e te e del titolo Piemme Fragile come noi, forte come l’amicizia, mi sono immedesimata in una piccola ruspa con un sacco di domande,  e sono stata in un mondo post apocalittico e coloratissimo.

(altro…)

Un anno di #frullìbrio

Sembra ieri che guardavo video di waffles che cadevano e che scambiavo messaggi alla velocità della luce con awambawamb cercando un nome adatto per il suono delle pagine sfogliate di un libro che fanno ‘frrrr’ come le fusa di un gatto.

Poi ad un tratto è arrivata, la parola: frullìbrio ed è diventata subito hashtag.

Poi ha ricevuto una sua vera e propria definizione – il suono delle parole (ancora) non lette.

Poi il 29 aprile 2015 ho caricato il primo video su YouTube. Fatto in fretta e con entusiasmo.

E come niente è passato un anno.

frullibrio infografica

(altro…)

Peek a book – letture da serie tv, da Infinite Jest a Nancy Drew

Serie tv e libri. Continuano le mie sessioni infinite di fronte ai telefilm e con esse continua anche il mio book watching, anche se non sempre i risultati, sono facili da ottenere. Un po’ come con Please like me, ricordate?

Ma devo dire che nel caso di Sense8, Love e Fresh Meat la vita è stata decisamente più facile.

Ma non indugiamo, ecco qui il Peek a Book del mese!

(altro…)

[Flashback] Farfalle in un lazzaretto di Camilla Ronzullo

(In occasione dell’uscita della nuova edizione di Farfalle in un Lazzaretto di Camilla Ronzullo, vi ripropongo, essendo questo un libro a cui sono particolarmente legata, la mia recensione uscita l’8 giugno 2013 su Uncanny Nerdz e andata dispersa per qualche tempo)

Quando crei una coperta patchwork ogni quadrato ha un suo posto, un suo concetto un suo perché  Ogni punto ad unire i vari pezzi è indispensabile. Quando ti ritrovi tra le braccia questa coperta dai vari colori dei vari umori, l’unica è avvolgercisi stretti e vivere il momento.

Farfalle in un lazzaretto è così.

Ma è anche un Bolero. Inizia piano, languido e poi ti trasporta.

*** Questo libro l’ho amato tanto che non volevo finisse mai. per questo è così difficile scrivere una recensione che sia all’altezza. ***

(altro…)

March 2016 – soundtrack

Vi avverto subito così poi non vi lamentate. Questo marzo è stato un po’ duretto e la colonna sonora potrebbe averne risentito. Pezzi lenti, malinconici, qualche colpo di testa dei miei, alcuni classiconi, ma direi che rispecchia davvero molto le mie giornate.

Giornate in cui sono nuovamente salita sul palcoscenico, vi ho scritto la mia prima letterina, ho sentito la solitudine e insomma ecco qui…

La colonna sonora del mio marzo 2016

(altro…)

Baskets – il buffo e malinconico mondo di un clown

baskets

Non inizia con il botto questo Baskets, creatura interpretata e creata da Zach Galifianakis, con l’aiuto di  Louis C.K. e Jonathan Krisel, fino a che non si arriva alla quarta puntata.

Perfetta, profonda, ironica e commovente e a quel punto lo senti proprio, il lavoro accurato che c’è dietro ai personaggi di questa serie tv.

Colpisce forte e a fondo e alla fine vorresti seguire il protagonista Chip e non mollarlo.

(altro…)