#frullìbrio – quella roba lì che mi frullava fra le mani

Io ho amici belli ma proprio belli che mi mandano immagini e video che poi entrano nel mio immaginario e a volte, nei miei peggiori incubi notturni.

Ho un amico in particolare che oltre ad essere un ottimo scopritore di caz**te bellissime è anche un creativo con i contro fiocchi, che rimani a bocca aperta. E io sono molto orgogliosa di conoscerlo e perciò conoscetelo anche voi a questo awambawamb. E sono anche molto orgogliosa di ricevere video come questi:

che hanno poi portato a ponderare un sacco di idee per video che non vi dirò perché altrimenti violerei un sacco di copyright segreti.

Ma una di queste idee, in realtà si è trasformata in una piccola (al momento) serie di video che faccio col cellulare e un libro in mano. E che ora vi spiego.

Da quando cominciarono a diventare di moda gli ebook, si cominciò a difendere il libro in quanto oggetto e il feticcio più potente tra lo zoccolo duro dei lettori è risultato essere sicuramente il “profumo della carta”. Su questo particolare aroma si è scherzato un sacco online, arrivando allo scherzone di una ditta moldava e dei suoi Smell of Books spray da vaporizzare mentre si legge con l’e- reader.

100% DRM compatibili

100% DRM compatibili

Scherzone, certo, intanto gli spray sono in vendita sulseriamente alla modica cifra di 28 dollari circa.

Quindi, tutti focalizzati sul profumo, ma nessuno che parli del rumore che fanno le pagine sfogliandole. Quel frrrusssciiiooo deliziosamente lussurioso, da vero feticista del libro.

Quindi ecco l’idea semplice, video di pochi secondi con libro frusciante, meglio se ancora non letto ma non è una regola fissa.

Bene. Ma il nome di quel suono? In una riunione accaloratissima con awambawamb via whatsapp sono uscite le peggio cose tra cui paginio e librullio, ma alla fine si è optato per una parola semplice e hastaggabile: frullìbrio.

Diciamo però, che è la descrizione la parte che a me piace di più ed è merito del creativo, per l’appunto.

“il rumore delle parole (ancora) non lette”

Quindi ora, quando ho un libro in mano lo sfruscio un po’ e sento il frullìbrio e i primi video li trovate sul canale YouTube e Tumblr appositi, rimbalzando poi su Twitter e fanpage di House of Books, con tanto di pensieri sul libro, ricordi e tuttecose.

Ho finito? Ho finito.

Kiss kiss (bang bang)

7 pensieri su “#frullìbrio – quella roba lì che mi frullava fra le mani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *