Brucio di Christian Frascella

È da ieri notte che non riesco a placare l’entusiasmo.

E questo continua a crescere e crescere, forse anche perché questo libro non l’ho potuto leggere come piace a me, divorandolo. L’ho dovuto sbocconcellare e ogni morso aumentava la fame e l’aspettativa per la prossima parola, la prossima frase. Che puntualmente veniva placata.

Ma non c’è da stupirsi, ogni  suo libro mi dà sempre tutto ciò di cui ho bisogno quando ne ho bisogno e quindi sì, cazzo. Quanto scrive bene Christian Frascella.


Forse penserete che io sia una dai facili entusiasmi e invece vi dico che no. Sono una diffidente che si era avvicinata a Mia sorella è una foca monaca arricciando il naso con quel paragone un po’ ingombrante col Giovane Holden.

Ma poi è scoppiato l’amore perché Christian Frascella scrive storie di pancia, che colpiscono forte per l’ironia e l’intelligenza acute con cui vengono affrontati argomenti di ogni genere, come in questo Brucio.

Brucio“Brucio.
Brucio, la fiamma mi erompe in petto, prendo fuoco.”

Cosa può esserci di più terribile della storia di Tommy, il quale da bambino si è visto portare via tutto da un maledetto incendio, la famiglia intera, la sua faccia, la sua innocenza, tutto. Tommy che passa la vita additato come mostro per il suo aspetto, che si ritrova a vivere in case famiglia ed istituti e affidato a genitori che non sempre sono buoni. Tommy che impara sulla sua pelle, sulla sua carne ustionata, quanto possa essere oscena la vita e ingiusta, nei modi peggiori. In modi che ti fanno venir voglia di chiudere gli occhi e gridare, Basta! Non ce la faccio più. Tommy che nonostante tutta la merda che ha vissuto, ancora riesce ad essere ironico e divertente e infine anche ad innamorarsi. Tommy, un personaggio che mi si conficcato come un pugno dritto nello sterno e non va più via.

Perché, nonostante la corruzione a cui è sottoposto il protagonista da quando è piccolo, la sua inconsapevole ricerca di purezza lo eleva e in qualche modo lo sospinge attraverso le ingiustizie e questo è un tratto che fa affezionare a Tommy in maniera incondizionata e che nel libro lo porta fino a raggiungere Sally. Ragazza spezzata e simile a lui sotto molti aspetti,  infittisce la trama e ci porta verso un finale dolce, intenso e ricco di emozione.

“Non ho idea di come quello che è successo possa essere successo. Ma – incredibile – in tutta questa morte ho trovato la vita.”

Ma nonostante questo, ancora una volta Christian Frascella picchia duro, senza remore o paure. Nonostante questo sia un libro young adult, non cede e gli orrori di una vita spezzata e ce li fa vivere tutti con la cadenza del thriller da cui non puoi staccarti e la profondità di un libro per ragazzi che ti scava dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *